l’ostentata incomprensibilità dei giuristi

Lavoro in una casa editrice di testi prevalentemente giuridici e spesso sono costretta a imbattermi in frasi del genere:

Orbene, a parte il rilievo che come questa Corte ha già avuto modo di precisare ai fini dell’accoglimento della domanda è irrilevante l’erronea denominazione del tipo di pregiudizio non patrimoniale di cui si chiede il risarcimento del danno non patrimoniale se ad esso sia stato fatto riferimento in un contesto nel quale era stato richiesto il risarcimento del danno non patrimoniale, evidentemente senza limitazioni connesse solo ad alcune e  non ad altre conseguenze pregiudizievoli derivatene (v. Cass. 9/3/2012, n. 3718 ecc.), in presenza di una domanda sin dall’origine dagli odierni ricorrenti ed originari attori estesa a tutti i danni (patrimoniali e non patrimoniali) subiti in conseguenza del sinistro de quo (“voglia il Tribunale… condannare i convenuti a risarcire agli attori tutti i danni da costoro subiti in seguito ai fatti di causa, iure proprio e iure successionis, così come azionati e sotto tutti gli aspetti risarcibili, patrimoniali e non patrimoniali, nella misura che sarà ritenuta di giustizia in esito agli accertamenti istruttori”: v. atto di citazione in primo grado dei sigg. S.M. e C., P.V. ed E.F., in atti, riprodotto anche dai controricorrenti e ricorrenti incidentali nel rispettivo controricorso e ricorso incidentale), in particolare, la corte di merito, dopo averne correttamente riconosciuto la ricorrenza nella specie, ha immotivatamente e contraddittoriamente non quantificato l’incidenza del danno esistenziale sofferto dal S.M. nella determinazione del complessivo ammontare del danno non patrimoniale al medesimo spettante e trasmissibile iure hereditatis ai figli, la relativa valutazione d’altro canto non emergendo operata nei suoi propri termini di sconvolgimento dell’esistenza dal medesimo sofferto (e invero nemmeno altrimenti considerata sotto il profilo degli aspetti relazionali connessi al danno biologico), al riguardo essendosi essa limitata a valutare l'”aggravamento” dello “stato di depressione, documentata dalle cartelle cliniche in atti”.

Meritereste un premio solo per essere arrivati fin qui, Continua a leggere

Annunci